Gli spazi della pubblicità, l’immaginario e lo sguardo

Ugo Volli

Resumo


1. Che la pubblicità sia proprio l’arte del nostro mondo (o in una versione meno forte ma altrettanto significativa, almeno la nuova arte più caratteristica dell’epoca contemporanea), è quasi un luogo comune fra gli addetti ai lavori e i commentatori della “comunicazione” – un’altra ambiziosa autodefinizione questa, costruita per sineddoche, che i pubblicitari usano come un’antonomasia: questa denominazione afferma che fare pubblicità è comunicare per eccellenza...

Texto Completo:

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.17231/comsoc.8(2005).1199

Apontamentos

  • Não há apontamentos.


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 3.0 License.

 

 

 

 

 

 

...............................................................................................................

 

.:: LASICS ::.
Centro de Estudos de Comunicação e Sociedade (CECS)
Universidade do Minho, campus de Gualtar
4710-057 Braga - Portugal

Revista Comunicação e Sociedade
ISSN 2183-3575 (online)
ISSN 1645-2089 (print)
Prefixo DOI: 10.17231