Gli spazi della pubblicità, l’immaginario e lo sguardo

Autores

  • Ugo Volli Università di Torino

DOI:

https://doi.org/10.17231/comsoc.8(2005).1199

Resumo

1. Che la pubblicità sia proprio l’arte del nostro mondo (o in una versione meno forte ma altrettanto significativa, almeno la nuova arte più caratteristica dell’epoca contemporanea), è quasi un luogo comune fra gli addetti ai lavori e i commentatori della “comunicazione” – un’altra ambiziosa autodefinizione questa, costruita per sineddoche, che i pubblicitari usano come un’antonomasia: questa denominazione afferma che fare pubblicità è comunicare per eccellenza...

Downloads

Não há dados estatísticos.

Downloads

Publicado

2005-12-20

Como Citar

Volli, U. (2005). Gli spazi della pubblicità, l’immaginario e lo sguardo. Comunicação E Sociedade, 8, 283-299. https://doi.org/10.17231/comsoc.8(2005).1199

Edição

Secção

"A comunicação persuasiva: como a perspectivam académicos e profissionais?"